Sconti! Poltrona Womb Chair

Poltrona Womb Chair

€ 980,00 + IVA

   Acquista Ora RICHIEDI INFORMAZIONI

Disponibile entro 2 settimane

Maggiori dettagli

RESI

I Resi sono accettati solo se se non conformi alla descrizione del prodotto, e le spese di trasporto sono a carico dell' acquirente. Il reso è accettato in accrodo con il venditore in merito alla restituzione e rimborso.


Garanzia
GARANZIA 5 ANNI

Aggiungi alla lista dei desideri



PRODOTTI CORRELATI

  • La struttura della Poltrona Womb di DAMMIDESIGN è composta in vetroresina ed è fissata ad un basamento tubolare d’acciaio cromato a specchio, disponibile anche laccato lucido o opaco in tutta la gamma di colori RAL. L’imbottitura del corpo centrale è realizzata con poliuretano espanso a densità 40 Kg/mc sormontato da uno strato di dacron per dare più morbidezza alla seduta e allo schienale, comunque supportati nella loro funzione di agenti del comfort da due cuscini in piuma d’oca. Il rivestimento di poltrona e cuscini può essere sia in pelle, nelle varianti anilina, smerigliata e a fiore stampato, oppure in fine cashmere, ovviamente cucito e rifinito a mano.

    La Womb chair di DAMMIDESIGN con il suo pouf compone una elegante seduta, un oggetto di design elegante e raffinato ormai passato alla storia . Progettata da Eero Saarinen nel 1948, questa poltrona con le sue forme suggerisce la possibilità di una postura rilassata e come la stessa traduzione del nome ci ricorda. La poltrona grembo ci vuole suggerire un senso di sicurezza . DAMMIDESIGN produce questo classico del design con tutte le varianti possibili e immaginabili per materiale e colore del rivestimento, lasciando però intatta la sensazione di comodità che si prova nel sedersi su di esso.

    Dimensioni:

    98 x 85  prof. h. 94 cm h. seduta 38 cm

    h. bracciolo 52cm , prof. seduta 52 cm, h. spalliera 70 cm

    PRODUZIONE ARTIGANALE ITALIANA DI NOSTRA MANIFATTURA

    AVETE ESIGENZA DI CONSEGNA LAMPO? CONTATTATECI!

     

© Copyright 2017 AGO DESIGN SRLS | Privacy | Cookies | Powered by: Makkie Communication Lab